Martedì, 03 Dicembre 2013 18:05

Mons. Charles Mbogha a Nyakadaka (Lwiro) per benedire il terreno su cui sorgerà il villaggio “Comunità Mamma della Pace”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Mons. Charles Mbogha a Nyakadaka (Lwiro) per benedire il terreno su cui sorgerà il villaggio “Comunità Mamma della Pace”

 

Il 13 maggio 2004, anniversario dell’apparizione della Vergine a Fatima, S. E. Mons. Charles Mbogha, nonostante la sua salute precaria, che l’ha tenuto lontano dalla sua Diocesi per oltre tre anni,  si porta  a “Nyakadaka” sul nostro terreno, sito presso villaggio Lwiro, comune di Katana, a 45 Km da Bukavu, per benedire l’inizio lavori della costruzione del villaggio  “Comunità Mamma della Pace”.

Viene accolto al suo arrivo, da un picchetto d’onore, dalle autorità civili e militari, mentre la  banda  intonava l’inno nazionale.

S’intrattiene amabilmente con la Comunità per il pranzo, approntato nello spazioso salone della casa intitolata a San Pio da Pietrelcina da poco terminata ed ha parole d’incoraggiamento e sentimenti di ammirazione per quanto realizzato in poco tempo. Nello sviluppo del progetto “Comunità Mamma della Pace”, vedeva chiaramente il dito di Dio, infatti, nonostante la guerra, le meraviglie di ciò che è stato fatto in poco più di due anni, sono un miracolo e  sotto gli occhi di tutti.

 

Pensate che proprio dalle vicinanze del terreno Nyakadaka, ubicato nei pressi dell’aeroporto,  dopo poco più di un mese, partiva il nutrito battaglione di aggressori, circa 8.000 soldati, al comando del Generale Nkunda, già a suo tempo rimosso dal proprio posto di comando, poi insorto, che avrebbe fatto capitolare la città di Bukavu spargendo sangue, morte, terrore e disperazione tra una popolazione umiliata ed indifesa.

Charles Mbogha, un Vescovo particolarmente affezionato alla nostra Comunità

Già l’8 maggio 2004, dopo la sua lunga assenza per malattia, visita la Comunità Mamma della Pace nella casa di San Giuda Taddeo in Bukavu.

E’ stato un’incontro festoso della nostra Comunità attorno al suo Pastore. Ricorreva in quel giorno la festa della mamma, quindi un motivo particolare per festeggiare la nostra  Mamma della Pace e l’Arcivescovo che riprendeva l’attività.

Noi vediamo in questo gesto un atto di grande predilezione perché  la  sua prima visita ufficiale alla Diocesi, dall’ insediamento, l’Arcivescovo Charles Mbogha, la riservava alla nostra Comunità.

Come pure, dopo cinque giorni, il recarsi a Nyakadaka per benedire il terreno come sopra descritto e tutto ciò nonostante la sua ancor precaria salute.

Letto 26384 volte Ultima modifica il Mercoledì, 04 Dicembre 2013 14:11
SU